LUCIANO PELLEGRINI





POETA

D'improvviso
un'indicibile sete
tra vampe di idee

E poi
in labirinti di parole
m'arrabatto

E' assorto sforzo che rinnova
con ben più vivo brivido d'esistere
se poi traduco le voci d'anima e d'universo
sia pure a mio modo

Ma resto
sempre
su sconosciuta soglia
con un'ansia strana
se non so
- almeno un poco -
tirarle fuori dalle ombre.

* * * * * * *

"...è facile accettare ed amare il sano, il bello, il potente, il ricco. Chi lo fa è una persona che si ferma alla superficie. Va bene, vive la sua vita e basta. Rimane però sterile di sensazioni e prima o poi sarà preda della noia. La noia è una delle trappole con cui la mente soggioga l'essere umano..."

(da: "il Nome segreto", 1999)


Sito realizzato da: Luciano Pellegrini